Connect with us

LA REALTA'

​SALONE DELL’AUTO DI GINEVRA 2017

Pubblicato

il

di Federico Lobiano

Il salone dell’auto di Ginevra, è uno degli eventi automobilistici più prestigiosi e riconosciuti d’Europa.
Quest’anno si svolgerà la 87° edizione, dal 9 al 19 marzo.

Si terrà presso il complesso del Palazzo delle Esposizioni di Ginevra, molto vicina alla stazione ferroviaria di Ginevra aeroporto.

LE NOVITÀ DELL’ANNO

Il salone è famosissimo per ospitare le migliori novità di supercar ma soprattutto le più disparate invenzioni futuristiche.

Vediamo assieme le otto attrazioni del salone di quest’anno:
-Wolkswagen Arteon

Questa sarebbe la sorella maggiore della Wolkswagen CC (simile alla versione coupé della passat), vedremo cosa ci riserverà!
-Toyota Yaris sportiva

La Toyota dichiara di portare un modello completamente ribaltato dalla scocca al telaio della loro Yaris, introducendo nel mondo delle auto sportive.
-Subaru Crosstrek

La Subaru farà il suo debutto non con una supercar, bensì con un SUV. Infatti la Crosstrek è uno dei crossover più venduti negli Stati Uniti. Risulta essere molto simile ad un’Impreza con un rivestimento supplementare lungo il passaruote.
-Mitsubishi Offroad

La Mitsubishi, come la Subaru,  porterà il nuovissimo SUV, che ha bisogno di un miglioramento nelle vendite.
-Porsche 911 GT3

La Porsche ha pensato bene di presentarsi con una leggenda con le ruote, la famosissima 911, un nuovo cambio manuale a sei marce e un motore che sviluppa 500 cavalli sapranno mantenere il nome di questa leggenda?
-Pagani Huayara Roadster

Continuando di questo passo, le macchine non avranno più nemmeno i sedili, infatti la fiammante Huayara si presenta senza tetto e tanta fibra di carbonio, con un V12 da 0,6 litri che sviluppa 730 cavalli, e si vocifera un modello ancora più potente da 789 cavalli, preparatevi a decollare!
-McLaren Super Series

Gli ingegneri della casa automobilistica inglese hanno pensato bene di alleggerire di ben quaranta chili il monoscocca in fibra di carbonio, e migliorandone la sua aerodinamicità si arriva a produrre un cinquanta per cento in più di carico aerodinamico rispetto alle altre 650S.
-Alpine Sports Car

Una delle notizie più sensazionali, sarà appunto la presenza di un’Alpine al salone. Infatti è stato dichiarato che sarà presente una supercar col marchio francese, da motore centrale e trazione posteriore, per evocare la vecchia sensazione delle loro famosissime auto da Rally.
PER CHI FOSSE INTERESSATO…

Chi avesse intenzione di passare una giornata all’insegna dei motori, vi ricordiamo che sono organizzati dei viaggi per tutta la durata del salone, affrettatevi a prenotare!

Perchè non dai un’occhiata a questo articolo

CAPIRE

NIGERIA/Quando lo sport si trasforma in guerra

Pubblicato

il

Un anno come questo, autore di catastrofi impensabili, non si lascia sfuggire proprio niente: la rabbia spesso è causa di tremendi mali. In un clima dove vittime e perdite non mancano a causa della guerra, ne sopraggiungono altre per tragedie sempre più strazianti. Nigeria, 29 Marzo 2022, con l’eliminazione dai mondiali della squadra nigeriana, in campo scendono i tifosi: infuriati per il pareggio (fatale per l’esclusione dal campionato) gli spettatori hanno trasformato lo stadio in un campo di battaglia. Una partita pareggiata 1-1 con il Ghana ha portato al fallimento della qualificazone al Mondiale in Qatar. Tragedie come questa non dovrebbero nemmeno esistere, eppure sono più attuali di quanto crediamo.

In un clima di scompiglio, rabbia e ribellione da parte dei tifosi, un medico addetto ai controlli antidoping dei giocatori è stato aggredito e ucciso. Non si conosce ancora con certezza la dimanica, ma una cosa si sa per certo: allo stadio nazionale di Abuja è scopppiato il caos. Una rabbia confusa, priva di fondamenti, sfogata su persone e oggetti, ha portato anche a questo: una luce in meno nel mondo dello sport. Anche i tentativi di rianimare la vittima, dopo essere stata percossa e calpestata violentemente dalla folla, sono stati inutili.

Così scompare un uomo, così si distrugge una famiglia: nello scompiglio di una semplice partita di calcio, un risultato sfavorevole ha portato alla morte di un innocente. L’uomo era stato numrose volte chiamato come medico in altri campionati e occasioni negli anni precedenti, ma a causa di persone così spregevoli non potrà prenderne più parte in futuro. Adesso il vuoto non è solo più in quello stadio, su quegli spalti e sul terreno da gioco devastato, ma anche nei cuori di chi lo conosceva.

Perde la vita Joseph Kabungo, che lascia un silenzio così profondo e triste da far riflettere anche i cuori più meschini. E’ bastata questa dimostrazione, qualche zolla di terreno strappata e panchine rovesciate, a insegnare che la guerra non esiste solo all’interno di determinati confini. Nessuno è salvo fuori dalle frontiere, perché a determinare la guerra è l’uomo stesso e i suoi istinti ingiusti, non  soldati e missili. La vera guerra è dentro l’uomo e per quanta paura possa fare, siamo i primi a ostinarci a combatterla contro gli altri. Questa tragica vicenda, per quanto brutale, è solo l’ennesima prova che la violenza è sempre causa e mai soluzione.

Continua a leggere

CAPIRE

MADRI LAVORATRICI/Come le donne liguri hanno affrontato il Covid

Pubblicato

il

Mancano ormai pochi giorni all’arrivo dell’estate e, con essa, di quel senso di spensieratezza e leggerezza che i mesi caldi portano con sé. Quest’anno, però, la fine della primavera preannuncia anche un definitivo abbandono delle tanto odiate norme anti-Covid.  (altro…)

Continua a leggere

CAPIRE

VIRUS/Cosa succederebbe se sparissero tutti?

Pubblicato

il

Nel corso dei secoli i virus sono stati responsabili di decine di milioni di morti, provocando malattie in parte ancora oggi incurabili. Quest’ultimo anno sarà ricordato per la diffusione della pandemia da Covid-19, che ha mietuto in tutto il mondo migliaia di vittime.  (altro…)

Continua a leggere

Trending