Connect with us

SPORT

CHAMPIONS LEAGUE/Siamo all’inizio di una nuova era?

Emanuele Canessa

Pubblicato

il

di Emanuele Canessa

Sponda Blanca
Il Real Madrid, dopo 3 anni di dominio in Champions League​,​ conditi da altrettante vittorie, è clamorosamente uscito agli ottavi di finale contro l’Ajax.

Sicuramente, l’ambiente Blanco è stato fortemente destabilizzato in estate dopo la cessione di Cristiano Ronaldo e le dimissioni di Zinedine Zidane, tuttavia quest’anno stiamo assistendo ad un tracollo inaspettato delle Merengues: terzo posto in campionato, fuori dalla Coppa del Re dopo la sconfitta nel Clasico e fuori dalla Champions League per mano di una squadra inferiore​,​ almeno sulla carta. Inoltre, il cambio di allenatore, dopo l’esonero di Lopetegui e l’arrivo di Solari, avrebbe dovuto dare uno scossone ad un ambiente in forte crisi d’identità. Lo spogliatoio è ormai spaccato, alcune colonne della formazione –​ ​vedasi Marcelo e Kroos​ ​– non rendono più come gli anni scorsi e la loro partenza mai come adesso è stata ​possibile.

Arrivati a questo punto, la stagione del Real Madrid è da definire fallimentare – Dani Carvajal ​a fine partita ha usato un’espressione molto incisiva in proposito​ ​– e proprio da qui i Blancos devono ripartire a luglio per consegnare ai tifosi un progetto solido e pronto per vincere di nuovo tutto.

Sponda Rojiblanca
Tuttavia, Madrid ha una grande fortuna dal punto di vista calcistico: il Real non è l’unica forza della città. Dall’altra sponda, infatti, troviamo un agguerritissimo Atletico, che mai come adesso crede nella vittoria di una Champions sempre mancata per colpa dei cugini.

La squadra del Cholo Simeone, dopo il convincente 2-0 rifilato alla Juve di Max Allegri, si presenterà all’Allianz Stadium per agganciare i quarti di finale ed eliminare definitivamente i bianconeri. Questi ultimi, però, portano sulle spalle la pesantissima ed identica motivazione degli avversari: agguantare la tanto agognata Champions ora che i favoriti sono fuori.

L’Atletico è anche reduce dalla vittoria dell’ultima Europa League e mai ha dominato il campo come all’andata di questi ottavi, perciò entrambe le compagini hanno tutte le carte in regola per dar vita ad un match tecnicamente strabiliante.

Inizio di una nuova era?
A questo punto, però, sorge una domanda: se l’Atletico passasse contro la Juve, potrebbe dare vita ad un nuovo dominio madridista ma di stampo bianco-rosso? Effettivamente, Griezmann & Co. ​hanno tutte le possibilità per farcela.

A questo punto non ci resta che stare a guardare e aspettare il 12 marzo per vedere chi tra le due sarà in grado di prevalere sull’altra​,​ e attenzione: da questa sfida potrebbe scaturire la vincitrice della Champions League edizione 2018/2019.​ ​Ma la sorte nel calcio è beffarda. E dura sempre, almeno, novanta minuti.

Frequento Sharing dal giorno 0 e mai avrei pensato di rimanervi così legato.

MONDI

AJAX/La nascita di una nuova era

Avatar

Pubblicato

il

di Francesco Garbarino

– La partita di mercoledì contro il Real Madrid poteva essere un caso qualche anno fa ma non quest’anno perché l’Ajax sembra finalmente essere rinato dopo anni di disfatte e delusioni. L’Ajax questa stagione per rinascere ha deciso di puntare sui giovani, infatti l’età media è di 23 anni.

(altro…)

Continua a leggere

MONDI

DERBY/Weekend scoppiettante

Avatar

Pubblicato

il

di Francesco Garbarino

– Per gli amanti di calcio questo è stato uno dei fine settimana più entusiasmanti della stagione. È stato capace di regalarci delle emozioni fortissime, esprimendo anche dell’ottimo gioco. Abbiamo potuto gustarci la bellezza di tre derby, la partita più bella dell’anno e tantissimi big match. (altro…)

Continua a leggere

ATTUALITA'

EMILIANO SALA/Incidente o omicidio?

Avatar

Pubblicato

il

di Davide Lorenzon

– Il 21 gennaio 2018 è scomparso il calciatore Emiliano Sala, che si era trasferito da poco nella squadra del Cardiff City. Stava sorvolando la Manica con un aereo privato, guidato da David Ibbotson, per dirigersi nella capitale gallese, d’improvviso il segnale del mezzo sparì dai radar. Per giorni e giorni la polizia inglese cercò i due uomini con la speranza di ritrovarli vivi.
L’8 febbraio è stato ritrovato il corpo del calciatore e il 16 febbraio si è svolto il suo funerale a Buenos Aires e sua sorella Romina ha pubblicato nei social la foto del cane di Emiliano: Nala, che attendeva fuori dalla chiesa per dare un ultimo saluto al padrone.                    L’ ex fidanzata del calciatore ha pubblicato nei social un’accusa molto grave: ha attribuito la morte di Sala ad un colpo della mafia del calcio e molte altre persone hanno pensato che sia avvenuto un omicidio e non un incidente. Il velivolo era instabile, infatti Emiliano stesso mandò un messaggio al padre scrivendo che sentiva tremare l’aereo, inoltre quel giorno mancava il co pilota, che avrebbe dovuto sorvolare l’Inghilterra con David Ibbotson.
È stata fatta l’autopsia dai medici e hanno attribuito la morte del ragazzo ad una ferita alla testa e al busto probabilmente dovuta all’impatto con l’acqua, però non sappiamo e probabilmente non sapremo mai cosa sia realmente successo quel giorno.

Continua a leggere

Trending