Connect with us

MONDI

HARRY POTTER/La saga che non invecchia mai

Avatar

Pubblicato

il

 

A distanza di anni la saga di Harry Potter è sempre molto affascinante sia per ragazzi sia per adulti, ma la domanda che sorge spontanea è: “Perché ?”

Questa fantastica saga riesce a trasportarci in un altro mondo, coinvolgendoci nelle avventure dei personaggi e facendoci parzialmente dimenticare della vita reale e tutti i suoi quotidiani problemi; però Harry Potter non è solo un geniale scacciapensieri, ma molto di più.

Anche se completamente inventata, questa storia è molto realistica e attuale: vengono rappresentati i valori per cui combattiamo ogni giorno, con la grande guerra tra il bene e il male; il razzismo, con la distinzione tra purosangue e mezzosangue, e il potente nemico che cerca di impedire la realizzazione dei nostri sogni, con Voldemort, che solo questa volta nominiamo. Uscendo dal contesto magico, la saga è un elaborato di profonda umanità, una storia di amore e amicizia, vittorie e sconfitte, coraggio e sacrificio.

I personaggi, dettagliatamente descritti, ci permettono di accompagnarli nel loro particolare percorso di crescita e, a loro volta, ci fanno compagnia. Vedere i bambini del primo libro crescere, cambiare e vivere, di pagina in pagina, è speciale; seguire lo sviluppo di rapporti umani, di sentimenti e  la scoperta della vera natura di alcuni soggetti, attraverso la narrazione di vicende di vita passate, è altrettanto emozionante. Harry stesso ci insegna che il Male non si sconfigge in solitudine, ma unendosi con amici e alleati, accettando il loro aiuto: è in effetti proprio questo il concetto alla base della forza del protagonista, sempre accompagnato dai suoi amici Ron ed Hermione.  I tre ragazzi, uniti fin da bambini, nella saga dimostrano l’importanza di avere qualcuno al proprio fianco pronto a supportarci ed accompagnarci nella gioia e nel dolore, nel racconto come nella vita. Così non è stato per Draco Malfoy, un personaggio apparentemente cattivo, ma che in realtà ci rivela una grande sofferenza, costretto anche a nascondere insicurezze e paure. Trascinato dai genitori dalla parte del male, Draco ci insegna che ognuno di noi possiede un “lato oscuro” con cui si deve convivere, ma, nel caso del ragazzo che desiderava essere ciò che la sua famiglia disprezzava, dimostra che solo noi dobbiamo stabilire la nostra identità e di conseguenza il nostro futuro.

Così come Draco ed Harry, tutti i personaggi di questa saga hanno dei valori da trasmettere e delle storie da raccontare, descritte minuziosamente; siamo noi, lettori o spettatori, che dobbiamo permettere alla storia di esercitare un incantesimo al nostro cuore, emozionandoci ogni volta come la prima.

MONDI

DOPING/Dietro al fenomeno sociale

Avatar

Pubblicato

il

Il fenomeno del doping, termine che vede la sua etimologia in varie origini, vede l’uso smodato di sostanze illecite e non, da parte di atleti e sportivi, con lo scopo di migliorare le prestazioni fisiche. Se agli albori del fenomeno era noto e legale che gli atleti facessero uso di sostanze oppiacee e simili, con la morte del ciclista Yensen alle Olimpiadi di Berlino del 1960, ci si è finalmente accorti della pericolosità di questo fenomeno così dilagante che, ancora oggi, si ritiene molto difficile da eradicare. Esempio perfetto di questa epidemia amorale sono le Olimpiadi giapponesi del 2014, che hanno visto la squalifica di più di 1000 atleti Russi, tutti risultati dopati.

(altro…)

Continua a leggere

MONDI

TECNOLOGIA/Potremo parlare con chi ci ha lasciato?

Avatar

Pubblicato

il

Sulla cresta dell’onda in ambito intelligenza artificiale, il colosso Microsoft stupisce introducendo l’audience ad una nuova frontiera: fare due chiacchere con chi non c’è più.

Intelligenza artificiale, che cos’è?

Nonostante la sua fama, in molti non conoscono quella che è considerata la disciplina meno umana tra tutte, si tratta di una materia informatica che ricerca la progettazione di sistemi in grado di conferire agli elaboratori capacità “umanoidi”.

Le potenzialità di ciò sono enormi, ma anche i rischi preoccupano.

Il dubbio maggiore è fondato sulla necessità di molti dati personali, al fine di alimentare l’algoritmo.

Per impersonare un defunto, infatti, servirà un archivio ben fornito di informazioni, che possono rappresentare un bersaglio per gli hackers.

La privacy resta quindi un nodo da sciogliere e la situazione è in apparente stallo.

Continua a leggere

MONDI

BASKET/Un viaggio nel mondo femminile

Avatar

Pubblicato

il

Il basket è uno degli sport più seguiti in Italia a livello maschile. La pallacanestro femminile invece è meno conosciuta sia ai massimi livelli che ai livelli giovanili.

La prima partita di pallacanestro femminile venne giocata nel 1930 con la nazionale italiana che si scontrò contro la nazionale francese. Nello stesso anno venne disputato il primo campionato femminile di serie A, il quale manterrà questa formula fino al 1980, quando venne diviso in serie A1 e A2. Ancora oggi viene usata questa suddivisione.

(altro…)

Continua a leggere

Trending