Connect with us

SPETTACOLO

L’amicizia oggi: un’effimera realtà

Avatar

Pubblicato

il

di Davide

– In un periodo come il nostro,nel quale tutto sta cambiando, anche l ‘amicizia sta assumendo un valore totalmente diverso. Ovviamente la prima causa di ciò è l’avvento dei social network che fanno nascere a ritmo sempre maggiore amicizie virtuali, ma le domande sorgono quindi spontanee: questo tipo di rapporto tra le persone può essere veramente durevole nel tempo o no? Vorrei iniziare con il dire che tutti i social network sono nati con lo scopo di far conoscere e far rapportare le persone, quindi possono essere sicuramente un buon metodo di socializzazione iniziale. Sono convinto però del fatto che un’amicizia debba essere costituita per forza da un rapporto tra due persone in carne e ossa che si vedono, condividono le loro idee,si confidano segreti e non da semplici e freddi messaggi. Al giorno d’oggi il rapporto di amicizia è sempre più trascurato tra le persone siccome spesso si tende a chiamare “amico” qualcuno che abbiamo conosciuto da pochi giorni e non chi meriterebbe veramente questo appellativo. Posso citare ad esempio Facebook, famoso social network dove spesso e volentieri si possono vedere profili di persone con più di 1000 amicizie: sicuramente è impossibile che tutti questi siano nostri veri amici, nella stragrande maggioranza dei casi sono semplicissimi conoscenti o a volte anche persone mai viste prima di allora. Le caratteristiche delle amicizie “social” si basano su valori futili e non veri, dal momento che molto spesso le persone si mostrano sulle piattaforme tecnologiche come in realtà non sono. Mi sento di dire che un’amicizia va costruita nel tempo e nella vita, non può essere solo il frutto sterile di qualche clic su un telefono o su un computer!

Continua a leggere

SPETTACOLO

SALVIAMO RALPH/Il cortometraggio contro i test sugli animali

Avatar

Pubblicato

il

Save Ralph – immagine acquisita da greenme.it

Ralph è il protagonista di un cortometraggio – la cui anteprima ha già raccolto quasi 50.000 visualizzazioni-  che illustra la vita degli animali da laboratorio. Ralph è un coniglietto bianco, cieco da un occhio e sordo da un orecchio. (altro…)

Continua a leggere

MONDI

GREY’S ANATOMY/Una serie dall’inaspettato successo

Avatar

Pubblicato

il

Dopo diciassette stagioni tutti conosciamo il programma di medicina più famoso al mondo, Grey’s Anatomy, ancora oggi rappresenta la serie tv dell’infanzia di molte generazioni e sicuramente la sua ideatrice ha raggiunto un successo enorme, ma sopratutto inaspettato.

Il personaggio (nonché protagonista) di Meredith Grey è interpretato della famosa Ellen Pompeo, che però prima della serie era solamente una cameriera a New York che faceva provini per passione invano, quando per caso è stata selezionata per un casting.

D’accordo con il suo agente accettò, con la convinzione che il ruolo non sarebbe durato più di un mese. Era sicura che si sarebbe annoiata e l’idea di rimanere bloccata in una serie medica per sei anni non la convinceva, ma aveva bisogno di soldi ed era rassicurata dal fatto che il programma sarebbe fallito nel giro di poco.

Invece eccoci qua sedici anni dopo, la nostra attrice ormai ricercata e con molti premi sugli scaffali (nel 2006 Il Satellite Award per il miglior cast, nel 2007 Satellite Award per la miglior attrice in una serie drammatica e Screen Actors Guild Award per il miglior cast in una serie drammatica, nel 2016 People’s Choice Award alla miglior attrice in una serie drammatica e infine nel 2020 People’s Choice Award for the Female TV Star of the Year) che si dimostra preoccupata tramite un’intervista per il finale del programma, riflettendo su questa domanda: “Come finiamo una serie così iconica?”
Tutti i fan, com’è giusto che sia, si aspettano un finale con i fiocchi ma a quanto pare Ellen, il cast e la regista non ci hanno ancora pensato. Forse è meglio così, forse nessuno ancora è pronto a una fine, dopo tutte le avventure, le catastrofi, gli amori, le amicizie, le emozioni forti, i momenti di suspense, i litigi, le improvvise sorelle di Meredith, i drink da Jo, i matrimoni, le celebri frasi… è banale dire che mancheranno moltissimo sia i personaggi che tutti gli insegnamenti dati, insieme alle inutili speranze di trovare un Derek Sheperd in ospedale .

In un’altra intervista Ellen ha dichiarato che ha fatto un patto con la regista Shonda Rimes e il programma finirà quando lei sarà pronta, ma in seguito ha comunicato che spetterà ai fan scegliere: una grande responsabilità, dato che il medical drama continua a battere ogni record e a raccogliere straordinari risultati.

Un “tentativo di fine”?

La diciassettesima stagione è molto diversa dalle altre e in un primo momento può far pensare ad una fine, perché in alcuni episodi ritorneranno in scena alcuni ex personaggi come George O’Malley, Mark Sloan e l’ amatissimo dottor “Stranamore”, ma a smentire questa ipotesi sono stati Jesse Williams (il dottor Jackson Avery) e Chandra Wilson (la dottoressa Miranda Bailey) che hanno chiesto esplicitamente alla produzione di non concludere la rinomata serie con un argomento principale come il Covid-19: questo fa pensare che molto probabilmente ci sarà una diciottesima stagione!

Anche se non dovesse andare avanti, Grey’s Anatomy rimane una serie che è cresciuta e ha fatto crescere i fan con un grande insegnamento: Meredith è la perfetta dimostrazione che se ci accadono cose brutte noi possiamo trasformarle in belle, è sempre stata e spero lo sarà sempre un modello per ogni adolescente, ci insegna che nella vita l’unica cosa che non possiamo e non dobbiamo fare è mollare.

 

Continua a leggere

MONDI

FULMINACCI/Un ragazzo di 23 anni a Sanremo

Avatar

Pubblicato

il

Filippo Uttinacci, conosciuto come Fulminacci, è un ragazzo di 23 anni, nato e cresciuto a Roma. (altro…)

Continua a leggere

Trending