Connect with us

L'EDITORIALE

Qual è il vero significato della musica?

Avatar

Pubblicato

il

di Alberto Zali

– “La musica aiuta a non sentire dentro il silenzio che c’è fuori” – Johann Sebastian Bach. La musica è il luogo in cui ci rifugiamo ogni qualvolta ci sentiamo soli, abbandonati, vuoti dentro. É così che note e parole costituiscono una parte fondamentale della crescita di ogni adolescente. Ascoltiamo la musica quando siamo tristi, quando vorremmo fuggire da tutto e da tutti o quando avremmo bisogno di una spalla su cui piangere, su cui sfogarci, urlando fuori tutta la rabbia che teniamo dentro. Spesso ci ritroviamo soli, chiusi nella nostra camera, senza nessuno con cui parlare, senza nessuno che capisca ciò che realmente proviamo. E ci gettiamo a capofitto in un cuscino, un cuscino che ci conosce meglio di chiunque altro, che ha asciugato i nostri pianti, che ha ascoltato e soffocato le nostre grida quando ci siamo sentiti a pezzi, distrutti . Vicino a quel cuscino c’è un paio di cuffiette. Spesso ci è sufficiente infilare quegli auricolari nelle orecchie e mettere una canzone per trovare un po’ di sollievo, per poter finalmente tornare a respirare.

Siamo composti di diversi strati. Il primo è costituito dalle maschere che indossiamo per trovare riparo dagli sguardi altrui. La musica funziona un po’ come un catalizzatore: certe canzoni e certe parole si limitano a “scalfire la superficie”. Altre invece incidono il loro significato sotto pelle, scavano la superficie e, strato per strato, si fanno strada verso il profondo del nostro animo. È in quelle canzoni che riescono a farci sentire un po’ meno soli che troviamo conforto. Ascoltandole, ci ripetiamo che, forse, non siamo “diversi”, che da qualche parte c’é qualcun’altro che prova le nostre stesse emozioni.
“Penso che la musica contenga una libertà, più di qualsiasi altra arte, non limitandosi solo alla riproduzione esatta della natura, ma ai legami misteriosi tra la natura e l’immaginazione” – Claude Debussy. “Il meraviglioso si trova tra immaginario e realtà” – Masatoshi Nakayama. La musica è quindi un tramite che ci consente di creare un ponte tra ciò che sentiamo dentro di noi e ciò che ci circonda. Ma la musica è anche divertimento, gioia, un’occasione come un’altra per conoscere persone con le tue stesse passioni. La musica è condivisione, la musica unisce i diversi attraverso le diversità stesse, consentendoci di esplorare nuove realtà. Dal rap al pop, dal punk al rock, dal jazz al reggae, ogni genere musicale vuole comunicare qualcosa di unico. Nella musica possiamo scoprire nuovi punti di vista che ci facciano riflettere, ponendoci degli interrogativi, e da qui alimentare la nostra creatività.
Ma la musica non crea solo legami tra giovani diversi fra loro. Crea legami fra generazioni; certo ogni “epoca” ascolterà musica diversa rispetto a quella precedente e successiva, tuttavia la musica è un qualcosa che, a prescindere dall’età di chi l’ascolta, conserva ricordi, sentimenti e emozioni che non hanno tempo, e che rimangono tali di generazione in generazione.

Continua a leggere
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L'EDITORIALE

L’amato mondo dello sci

Gaia Filippi

Pubblicato

il

Pratico sci da quando avevo 4 anni, ricordo ancora che fino agli otto anni ho preso lezioni con il maestro insieme agli altri bambini. Era divertente, imparavi fin da subito, avevo vinto anche della medaglie, ma la parte più bella era l’ultimo giorno delle lezioni perché ci portavano in un pista alla sera, con una torcia luminosa e ci facevano scendere per poi festeggiare e premiare i più bravi.

(altro…)

Continua a leggere

L'EDITORIALE

Self confidence: un cambiamento “step by step” che parte da noi stessi

Matilde Passerini

Pubblicato

il

Avete presente quando il vostro insegnante porge una domanda collettiva alla classe, voi pensate di sapere la risposta ma non rispondete per paura di sbagliare?

Estroversi al rapporto, ho bisogno di voi. Volete spiegarmi una volta per tutte come si fa? È una ricetta che avete trovato su un qualche sito di cucina? O magari un tutorial con tanto di sottotitoli? Almeno posso segnarmi qualche appunto su un pezzo di carta che in pochi minuti verrà dimenticato sulla scrivania, per poi finire brutalmente accartocciato nel sacco dell’immondizia.

(altro…)

Continua a leggere

L'EDITORIALE

I film Disney da bollino rosso

Avatar

Pubblicato

il

Dopo il grandissimo successo ottenuto da Aladin e il Re Leone, la Disney nel Marzo del 2020 avrebbe dovuto iniziare le riprese del live action de “La Sirenetta”.

Al momento non è stata annunciata né la data di uscita né il trailer e si presume che solo nel 2022 si potrà assistere allo spettacolo sui nostri teleschermi. (altro…)

Continua a leggere

Trending