Connect with us

POLIS

TANZANIA/Scomparso John Magafuli

Avatar

Pubblicato

il

Il presidente tanzaniano morto pochi giorni fa si era distinto per avere fatto crescere l’economia, ma anche per avere reso il suo paese sempre più autoritario.

Il presidente della Tanzania e il controverso leader populista John Magufuli ha completamente cambiato il suo paese durante i suoi cinque anni e mezzo di mandato al governo. È morto mercoledì 17 marzo. Sebbene sia stato in grado di sviluppare l’economia e modernizzare le infrastrutture della Tanzania, è stato accusato di sopprimere i dissidenti, limitare la libertà di parola e rendere la Tanzania sempre più democratica. Nell’ultimo anno, in particolare, Magufuli era stato criticato per il suo atteggiamento negazionista circa la pandemia da coronavirus.

Il governo ha detto che è morto per un attacco di cuore, ma gli oppositori e altri osservatori hanno sostenuto che Magfuli potrebbe aver contratto il COVID-19: Tuttavia, attualmente non ci sono elementi che possano rendere questa ipotesi una realtà. La sua morte ha aperto un periodo piuttosto incerto per la Tanzania.
Magufuli ha 61 anni e un tempo faceva parte del Partito Rivoluzionario, che governa il Paese da 60 anni. Prima di essere eletto presidente nel 2015, ha ricoperto importanti incarichi politici a Dar es Salaam con un dottorato in chimica presso l’Università di Dar es Salaam. È stato rieletto nell’ottobre 2020 e ha iniziato il suo secondo mandato, ma ha inizialmente ottenuto il suo impegno nella lotta alla corruzione. Popolarità presto accompagnata da proteste e accuse di atteggiamenti antidemocratici. L’elezione è stata contestata dall’opposizione, lui ha detto Frode e ha accusato il Comitato Elettorale di truccare i risultati elettorali.
Per molti osservatori, la contestata vittoria di Magufuli aveva consolidato un processo già in corso: il progressivo allontanamento della Tanzania dagli ideali democratici, e il suo avvicinamento a modelli autoritari.

Magufuli è conosciuto con il soprannome di “Bulldozer” per via del suo entusiasmo per i grandi lavori pubblici e, nonostante l’opposizione, ottiene sempre ciò che vuole. Durante il suo primo mandato, ha iniziato a vietare le manifestazioni del partito di opposizione, limitare le attività delle organizzazioni non governative che lavorano nel paese e emanare leggi per rafforzare il partito rivoluzionario e, secondo i critici, bloccare la diffusione di informazioni indipendenti.
L’anno scorso, Magufuli era meglio conosciuto per la sua negazione della pandemia di coronavirus, che ha suscitato critiche da parte dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e della Chiesa cattolica in Tanzania.
Dopo aver denunciato la morte di Magfuli, il vicepresidente Samia Suluhu Hassan ha annunciato una giornata nazionale di lutto e un mezz’asta di 14 giorni. Ora, Hassan sarà il presidente per il resto del suo mandato fino all’ottobre 2025, diventando la prima leader donna del paese. Il reporter keniota della BBC Dickens Olewe ha detto che ci sarà un “acceso dibattito” su ciò che Magufuli ei suoi successori dovrebbero fare in Tanzania. Olivier ha detto che il fermo approccio anti-corruzione di Margufleur gli ha fatto guadagnare buoni sostenitori nel paese. Allo stesso tempo, la pandemia a cui si oppone con forza è “di più lunga durata”, “una lezione che la regione e l’intero continente dovrebbero imparare”.

POLIS

GIOVANI E FEDE/Un progetto per capire le tendenze in atto

Tea Sperandio

Pubblicato

il

Molti popoli in passato hanno trovato nella religione risposte al senso della vita umana e alle incognite dell’universo. La maggior parte della nostra generazione è di conseguenza cresciuta all’interno di famiglie credenti e ha ricevuto un’educazione religiosa particolare. Ma Dio esiste? Che cos’è Dio per noi?

(altro…)

Continua a leggere

POLIS

ATTUALITÀ/La globalizzazione

Avatar

Pubblicato

il

Che cos’è la globalizzazione? Leggendo la definizione su ciò che di più globale esiste, Wikipedia, corrisponde a un fenomeno in cui gli scambi economici e commerciali avvengono non più su scala regionale o nazionale, ma a livello mondiale. In pratica lo stesso prodotto si può acquistare in un supermercato in Tibet o a Recco.

(altro…)

Continua a leggere

POLIS

ERDOGAN/La sedia negata

Avatar

Pubblicato

il

Momenti di imbarazzo durante il summit del 7 aprile, con la Presidente della Commissione che è finita relegata su un divano davanti al Ministro degli Esteri turco. (altro…)

Continua a leggere

Trending