Connect with us

NEWS

The role of women through the years

Julietta Figueroa

Pubblicato

il

The role of women has been greatly understimated in the last few decades. Throughout history in some past societies women were seen as wives who were intended to cook, clean and take care of their children. Other times male writers portrayed them as inferior to them.

Across Europe, women could not vote, were discouraged from owning a business. Young aristocratic women were forced to marry men and all their property was transferred to their husband. Women who broke the rules were punished or exiled.

After the First World War with the development of industry, the role of women changed. Women’s groups for example “Suffragettes” campaigned for women to be granted the right to vote.

During the Roaring Twenties women have made such gains in equality. They had more freedom and emancipation; they drank, drove cars. The two World Wars showed that women were able to work outside the home and that they could crontribute to the economy. The role of women in public life has encouraged greater reliability in institutions. They work shoulder to shoulder with men in all the areas.

Women enjoy a better level of equality today in Western-societies (many of them are financially independent), but in many parts of the World women do not enjoy equal opportunities to earn, participate in politics or get education. They are struggling against violence and discrimination. In the Middle East, until last year women weren’t allowed to drive. Saudi Arabian women were allowed into a football stadium to watch a match for the first time on January 2018. However, today they can only sit in ‘the family section’ and cannot mix freely with male.

The role of women in modern society is constantly evolving. They are aware of their worth in the family, in the society and in the world. Women continuously work hard to get equality, so they should be free to choose the career or lifestyle they prefer without being discriminated.

Continua a leggere

NEWS

DIARIO SICILIANO/Day 6 – L’ultimo giorno

Avatar

Pubblicato

il

Si conclude oggi il nostro percorso con l’antimafia. Alla fine di questa esperienza possiamo dire che le emozioni non sono mancate.

Fatte le valigie ci siamo spostati a Palermo e abbiamo visitato la splendida Cappella Palatina, l’interno del Palazzo dei Normanni, la cattedrale e il mercato di Ballarò.

Con quest’ultima tappa si é concluso il nostro viaggio. Torniamo a casa con una bellissima esperienza sulle spalle e con la consapevolezza di poter fare la differenza nel nostro piccolo. Speriamo di poter trasmettere ciò che abbiamo imparato al maggior numero di persone possibili, facendo capire ai nostri concittadini l’importanza dell’aiutare il prossimo e della legalità.

Continua a leggere

NEWS

DIARIO SICILIANO/Day 5 – Il palazzo di giustizia

Avatar

Pubblicato

il

Questa mattina siamo tornati a Marsala, dove, accompagnati da Don Francesco Fiorino, ci siamo recati al Palazzo di Giustizia, in cui abbiamo potuto incontrare il procuratore generale della Repubblica: il dott. Pantareo con i suoi collaboratori, nell’ufficio che
fu usato da Paolo Borsellino. Ci hanno spiegato come funziona la procura e il ruolo che hanno il pubblico Ministero e il giudice. Abbiamo potuto visitare anche una delle aule del tribunale. Don Fiorino ci ha portati a visitare un locale, che era stato sequestrato e dato in gestione all’associazione “I Giusti di Sicilia”, che si addopera per l’integrazione dei migranti. Purtroppo questo bene è prossimo alla restituzione, in quanto nessun testimone dell’accusa si è presentato durante il processo.

Abbiamo visitato il Museo Archeologico di Marsala, dove sono esposti antichi resti. Nel pomeriggio ci siamo spostati a Mazara del Vallo, qui abbiamo potuto ammirare il Satiro Danzante e il quartiere Kasba, perfetto esempio di integrazione.

Continua a leggere

NEWS

DIARIO SICILIANO/Day 4 – La visita alle saline

Avatar

Pubblicato

il

Stamani abbiamo conosciuto il presidente dell’associazione “Con noi e dopo di noi” e alcuni dei suoi collaboratori. Questi grandi uomini operano con portatori di handicap e il loro obbiettivo è quello di creare un villaggio ecosostenibile. Tornati all’azienda Caro, si è tenuto un incontro con Francesco Billeci, presidente dell’associazione Liberjato, scrittore e imprenditore edile, e con Antonio Barracato poeta e scrittore. Nel pomeriggio ci siamo spostati a Marsala, dopo una breve visita alle saline, siamo stati accompagnati da Don Francesco Fiorino alla sede della RMC101, dove abbiamo incontrato il giornalista Giacomo Di Girolamo autore di diversi libri tra cui “Contro l’antimafia”. Nella serata abbiamo avuto un momento di riflessione finale.

Continua a leggere

Trending